Osservazioni e proposte della CONFSAL Regione Sicilia nell’incontro dell’11.01.2011

11 Gen

In allegato le osservazioni e proposte della CONFSAL consegnate all’assessore Prof. Centorrino nell’incontro odierno.

Annunci

Formazione a rischio crac

21 Nov

Repubblica del 21 nov 2010

Formazione, meccanici al posto delle estetiste

24 Ott

Repubblica del 24 10 2010

Rassegna stampa del 06 ottobre

6 Ott

Giornale di Sicilia del 06 ottobre

Sportelli Multifunzionali 2010

13 Set

Pubblicata nella GURS di oggi, la n. 40 del 10/09/2010, la legge n° 19 del 17 agosto 2010 intitolata “Norme in materia di sportelli multifunzionali. Interventi finanziari per corsi di formazione professionale”; b) Oggi il Dipartimento Regionale Agenzia per l’Impiego e le OO.SS., alla luce del pronunciamento della Corte dei Conti in sede di controllo sui provvedimenti 264 e 265 e di due chiare direttive dell’Assessore Leanza che assicurano il mantenimento in servizio dei 1838 operatori degli sportelli multifunzionali ed inibiscono la costituzione di nuovi rapporti di lavoro, cercano un’intesa.

Fonte UIL FP

Regione, nuove regole per la formazione: nascono i consorzi

8 Set

Assessore Centorrino


PALERMO. Tagli, accorpamenti e soprattutto nuove regole che cambieranno il “punto di vista” della formazione in Sicilia: sarà la Regione a chiedere che venga svolta una determinata attività di formazione e non l’ente a decidere. E alla fine, dei circa 600 enti attualmente accreditati ne dovrebbero restare poco più di 50 accorpati in «poli» o consorzi.
Insomma, il piano per la formazione professionale 2010-2011 comincia a delinearsi. E dovrebbe assumere un volto nuovo. Ieri l’assessore regionale Mario Centorrino ha presentato ai sindacati del settore le nuove linee guida. Tra le novità c’è l’istituzione di un albo per gli operatori della formazione professionale, nel quale dovrebbero confluire tutti i dipendenti degli enti con contratto a tempo indeterminato. Per quanto riguarda il personale, l’assessorato sta studiando valutanto un piano per far fronte a eventuali esuberi o prepensionamenti.
Novità anche per gli enti. Molti centri di formazione dovrebbero essere accorpati in modo da creare poli formativi o consorzi. «Un sistema – afferma Centorrino – che ci può consentire di rivedere gli accreditamenti e di instaurare contatti più snelli. Attualmente, invece, abbiamo registrato una dispersione causata dalla segmentazione eccessiva dell’offerta». Dei circa 600 attualmente accreditati ne dovrebbero restare poco più di 50. «Gli enti prima offrivano la formazione e la Regione la comprava – aggiunge Centorrino -. Secondo le nuove linee guida, invece, sarà la Regione a chiedere attraverso un progetto lo svolgimento di attività di formazione basandosi sul fabbisogno e su un più complessivo progetto». E l’amministrazione valuterà non solo il tipo di servizio, ma anche il costo. «Il rapporto tra la Regione e gli enti di formazione avverrà attraverso una convenzione che stabilirà senza deroghe la tipologia di servizio e il costo». Cambieranno pure i parametri per il calcolo. Mentre ora le somme erogate agli enti variano in base al settore e al luogo in cui operano, nel prossimo piano i finanziamenti saranno calcolati in base a un costo medio uguale per tutti.
Per gli studenti, inoltre, sarà possibile guadagnare crediti formativi spendibili a scuola o all’università. Secondo Centorrino, queste nuove linee guida porterebbero ad un risparmio notevole.
Resta in atto il blocco delle assunzioni. Un ulteriore confronto è previsto mercoledì per i ascoltare i sindacati e per definire una delibera, da sottoporre alla giunta di governo, che determini obiettivi, procedure e condizioni nella formulazione del nuovo piano.

[

Alzare il livello qualitativo del rapporto formazione/lavoro

7 Lug

A Viterbo s’è tenuto recentemente un tavolo tecnico sulla necessità di alzare il livello qualitativo del rapporto formazione/lavoro. L’attenzione dei partecipanti era focalizzata sulla realtà viterbese, ma il tema è di grande attualità su tutto il territorio nazionale, o almeno così dovrebbe essere, investire in formazione e puntare ad un rapido e qualificato inserimento lavorativo, specie dei più giovani, dovrebbe infatti essere una delle priorità della politica e della società civile.

L’incontro presieduto dall’assessore alla Formazione e alle Politiche sociali Paolo Bianchini, ha visto la partecipazione di sindacati e associazioni di categoria che hanno discusso in modo propositivo, su quale potesse essere l’impiego migliore per i fondi finalizzati alla formazione professionale.

I progetti presentati sono stati molteplici, in particolare nel settore del sociale, con il corso per assistenti familiari, ma anche la formazione artigiana è stato oggetto di confronto, in particolare è stata sentita da tutti la necessità di far conoscere le vecchie “botteghe”, soprattutto ai giovani.

In conclusione i punti più condivisi sono stati quelli organizzativi, con l’esigenza generale di iter più snelli, maggiore condivisione di intenti e di una attenta programmazione. In quest’ottica il tavolo tecnico si riunirà a Settembre per vagliare nuove proposte al fine di gestire al meglio competenze e opportunità.

FORMAZIONE: ARS APPROVA DDL, PROROGATI SPORTELLI MULTIFUNZIONALI

30 Giu

(30/06/2010)Prorogati fino al 31 luglio in Sicilia gli sportelli multifunzionali al servizio della formazione, in scadenza oggi. Il disegno di legge è stato approvato all’unnamità dall’Assemblea regionale siciliana, con il si’ di tutti i 43 deputati che hanno partecipato alla votazione. Prosegue così per un altro mese il rapporto di lavoro dei circa 1.800 addetti a questi sportelli. La spesa prevista e’ di 7 milioni di euro. Il provvedimento era stato esitato ieri dalla competente commissione legislativa ed è stato immediatamente posto all’ordine del giorno, con una corsia preferenziale concordata dalla Conferenza dei capigruppo proprio in virtu’ della scadenza degli sportelli fissata oggi. Malgrado il voto unanime che l’ha conclusa, la seduta è stata caratterizzata da toni polemici e momenti di tensione, come quando la capogruppo del Pdl-Sicilia, Giulia Adamo, che ha contestato l’utilità degli sportelli multifunzionali e ha invitato a impiegare per il tempo prolungato nelle scuole le risorse a questi destinati. Adamo ha anche annunciato di voler chiedere la verifica del numero legale. La seduta è stata a questo punto brevemente sospesa dal presidente dell’Ars, Francesco Cascio. Alla ripresa, esponenti dei gruppi del Pdl ‘ortodosso’ e dell’Udc, che sono all’opposizione, hanno rinnovato le critiche al governo accusato di reggersi su un ribaltone col sostegno di partiti come il Pd che dalle urne era uscito sconfitto. Nondimeno, tutti i parlamentari hanno votato a favore del ddl, anche se più voci hanno auspicato che questa sia l’ultima proroga e che al settore della formazione si metta mano con una riforma organica. I lavori d’aula sono stati poi aggiornati dal presidente di turno, Santi Formica, a martedì 6 luglio alle ore 16 con all’ordine del giorno l’esame della riforma della legge sugli appalti e il ddl che reca benefici in favore dei superstiti dell’alluvione di Messina.

Fonte: IMG Press

Ars, contratti prorogati per 1800 lavoratori

30 Giu

I contratti di lavoro per i 1800 addetti degli sportelli multifunzionali sono stati prorogati fino al 31 luglio 2010.
La proroga “si riferisce –come stabilito da un emendamento dall’Assessore alla famiglia, politiche sociali e lavoro Nicola Leanza e approvato dall’Assemblea- ai soggetti utilizzati alla data del 31 dicembre 2009 nell’ambito dei progetti attuativi degli sportelli multifunzionali”: la legge è stata approvata in via definitiva, all’unanimità, con 43 “si”.
È questo l’esito finale del lungo dibattito sviluppatosi a Sala d’Ercole, alla cui presidenza si sono alternati il presidente dell’Assemblea Francesco Cascio e il vicepresidente vicario Santi Formica.
I lavori d’Aula sono stati quindi rinviati a martedì 6 luglio 2010 alle ore 16, con all’ordine del giorno la discussione di interrogazioni e interpellanze alle quali risponderà l’assessore all’economia Michele Cimino.
Seguiranno il confronto sulle modifiche e integrazioni alla normativa regionale in materia di appalti e l’esame degli articoli del disegno di legge -relatore Riccardo Minardo del Mpa- sugli interventi urgenti per i superstiti del nubifragio di Messina.

Rendiconti e controlli più accorti fra gli obiettivi di Centorrino

24 Giu